Itinerari Roma Nord

Inizia l'avventura Roma e i Suoi Dintorni Roma Nord: ecco le mie proposte: le ho organizzate affinchè non girovaghiate a destra e a sinistra senza itinerari razionali!!

1^ giorno: consiglio la visita al Cuore di Roma, ma non pensate di poter fare tutto in una giornata perché tornereste esausti.

Come Primo giorno consiglierei –con autobus 301,Fermata Cassia Tomba di Nerone,diretto di andare a Piazza Augusto Imperatore,visitate l'Ara Pacis, la scalinata di Piazza di Spagna, Villa Medici, La Fontana di Trevi, Piazza del Collegio Nazareno, Via Condotti, Via Frattina, Via del Corso (via anche dedicata ad uno shopping carino ed economico;

2^ giorno: con una auto, percorrendo la Via Cassia direzione Nord, dirigetevi nella bassa e alta Tuscia e raggiungete le Terme dei Papi (acque calde ferrose e sulfure per fare una bella giornata di termalismo alla Romana; questa stazione balneare è molto bella con vasche antiche dell'epoca romana, prato,lettini prendisole,ristoranti e caffè di vari livelli, grotte naturali per il bagno turco.Una situazione deliziosa e nel contempo comincerete a conoscere i veri tesori del Lazio Roma Nord.Mi segnalano il ristorante la Felicetta per un'ottima pasta alla carbonara.Inoltre nella zona ci sono molti BB nel caso decidiate di passare una notte fuori. La evidente presenza degli Etruschi e dei Romani hanno lasciato un'impronta molto significativa. Passate là 4 ore e poi lasciate il costume da bagno e ripartite per tornare a Roma sostando nei boschi della Valle Imperiale, per una passeggiata (sono stupendi anche da percorrere in mountain bike), visitate l'antichissima Citta' di Sutri con la piccola chiesta delle suore di clausura che diffondono le loro preghiere senza essere viste e il visitatore occasionale si ritroverà in un'atmosfera di altri tempi, mistica e spirtuale), proseguite per la chiesa di San Francesco e poi giungete alla Cattedrale: assolutamente da non mancare la visita alla Cripta (si scendono pochi scalini e vedrete qualche cosa di meraviglioso:un intreccio di colonne e capitelli sapientemente distribuiti, un altare) in perfetto stile romanico. Un bel gelato in una delle deliziose piazza o un bel pezzo di pizza del fornaio. Raggiungete poi l'antica Necropoli sottostante con il Mitreo, le Catacombe, l'Anfiteatro che si adagiano nella meravigliosa campagna sottostante e siete già sulla via Francigena. Sulla via del ritorno curiosate nel mercatino ai bordi della strada il brick e brack Mercante in Fiera a caccia di qualche curiosità, quadri,oggetti….Tornerete nel tardo pomeriggio a casa molto soddisfatti, ne sono certa.

3^ giorno: questa giornata va assolutamente dedicata alla Visita dell'area della Basilica di San Pietro e dei Musei Vaticani (da prenotare sempre )anche i Giardini dei Musei Vaticani; se proprio non resistete alla tentazione dello shopping pomeridiano andate poi in via Cola di Rienzo; se siete in via Cola di Rienzo non tralasciate la gelateria in Via dei Gracchi perché ho la presunzione di dire che è la migliore di Roma, oppure mangiate un arancino sicilano a Mondo Arancina o Da Mizzica.Il fiorire di punti Food Siciliani ha preso molto piede a Roma, per quanto riguarda sia la ristorazione e la pasticceria.
Vi potete recare a San Pietro con l'autobus 201 fino alla Metro/FGR Roma Giustiniana che si ferma anche alla Stazione di San Pietro,partenze ogni 15 minuti.Idem per tornare a casa.Oppure con autobus che scedno numerosi a Ponte Milvio e prendere il numero 32 per Piazza Risorgimento (Vaticano);
La visita ai Musei Vaticani è impegnativa e lunga a causa delle superbe dimensioni della Struttura,ed anche dei Giardini e della Cappella Sisitina, ma direi irrinunciabile,a chi piace l'arte Sacra.

4^ giorno: ancora una gita fuori da Roma Centro Storico con i Tesori del Lazio:il lago di Bracciano (in estate anche balneabile) con i suoi tre Paesi di Anguillara Sabazia,Trevignano Romano, e Bracciano , tre villaggi uno piu' delizioso dell'altro, bellissimi paesaggi ed angoli caratteristici di paesi medievali, tutti da fotografare, con lo sfondo dei Monti Sabatini, che sovrastano il Lago di Bracciano e il Lago di Martignano (non è molto ben segnalato ma lo preferisco addirittura all'altro.Numerosi i ristorantini con pesce di lago e degustazioni varie. Paesaggi da non perdere:in evidenza a Bracciano il Castello dei Principi Odescalchi. La giornata è conclusa e potete tornare a casa per la cena. Ci sono diversi ristoranti attorno a questa casa come L'Osteria La Francescana, La Capannina, La Pizzeria Biologia Life, La Graticola,La Pizza cotta a legna dell'egiziano,(la consegnano anche a casa);oppure potete fare il vostro barbecue in giardino se vi piace.

5^ giorno: so che non vedete l'ora di vistare il Colosseo ed i Fori Imperiali,dunque salite pure sul bus 201 da via Cassia,(Fermata Tomba di Nerone) direzione Piazza Mancini (pressi Auditorium e Maxi Museo)arrivate a Piazza Venezia utilizzando il tramway leggero e il bus elettrico che percorre tutta via del Corso e arrivate a Piazza Venezia:La gionata è dedicata interamente a questa area; oppure è raggiungibile sempre con bus 301 direzione Piazza Augusto Imperatore;

6^ giorno: Tesori del Lazio- Roma, Parco di Vejo,il villaggio di Isola Farnese, con le delizione cascate della Mola, il Borgo Antico di Santa Maria di Galeria, (dove c'è anche un'osteria),recatevi al Parco della Valle del Treja (andate alle cascate del Monte Gelato), Parco della Valle del Baccano con vista ai Paesini di Formello e Campagnano Romano e infine raggiungete la città medievale di Calcata detta anche il villaggio degli Artisti,molto in voga dagli anni 80:veramente un belvedere………;molti i ristorantini,animata soprattutto il venerdi,il sabato e la domenica;le abitazioni sono ricavate nel tufo.

7^ giorno: Non si puo dire ad un turista di non fare una passeggiata a Trastevere e dunque se volete andare per vedere vicoli caratteristici e la Bella Piazza di Santa Maria in Trastevere recatevi alla Stazione Metro Treno/Giustiniana e scendete direttamente alla Stazione di Trastevere,visitato Trastevere potete recarvi all'Isola Tiberina a Piazza Navona, e Campo dei Fiori, anche questi ultimi "the plus of Rome" per chi approda a Roma soprattutto per la prima volta.I ristoranti storici di Trastevere sono Carlo Menta (con ottimi prezzi) e il Comparone.

8^ giorno: Tesori del Lazio-Roma Nord.Quella che vi propongo oggi è un'altra visita alla Tuscia a Nord di Roma, percorrendo la Cassia(ci troviamo nel viterbese), campagna,lago,paesaggistica con la visita alla antica città Civita di Bagnoregio detta anche la città morta, e a Montefiascone con i suoi meravigliosi Monti Simbruini che la circondano con panorama su Lago di Bolsena;comprate a Montefiascone o degustate il vino est est est di Montefiascone. Ho omesso altri particolari ma avventurandovi li troverete altro da soli, perché angoli remoti e suggestivi in questa area sono ancora tanti da scoprire in quanto non è presente un grande turismo di massa.

9^ giorno. Il Mare a Roma Nord. Le spiagge di Maccarese, e di Fregene (Roma Nord Ovest) sono molto grandi e molto bene attrezzate,alcune di essere hanno le piscine sulla spiaggia per chi non vuole fare il bagno al mare, hanno ristoranti sulla spiaggia generalmente di buon livello e si mangia al sole sulla spiaggia.Gli stabilimenti balneari sono tantissimi ma ci sono anche delle zone di spiaggia libera dove non si paga nulla, i romani sono grandi frequentatori dunque vi consiglio di frequentarle non il sabato e la domenica: si arriva facilmente dal Grande raccordo anulare di Roma, uscita Aurelia; Belle anche le località di Santa Severa e Santa Marinella. All'altezza di Ladispoli e precisamente a Palo fermatevi a pranzo in un osteria ai bordi della strada, si chiama Augusto anche detto "il re dei carciofi".....prezzi leggermente sopra la media ma tutto fatto in casa, comprese le fettuccine spianate al mattarello.

10^ giorno:Proprio quello che non si puo' tralasciare è a Roma il Museo Borghese,ubicato tra i Parioli e valle Giulia,(se avete piu' tempo non perdete il Museo etrusco di Valle Giulia per me è il piu' bello di Roma,insieme alla meraviglie del Parco, i busti, le statue,il Pincio e Piazza del Popolo; entrando a Piazza del Popolo (questa parte si chiama Tridente),segnalo la prima chiesa a sinistra con affreschi del Caravaggio.

11^ giorno: Tesori del Lazio Roma Nord 60 km "Tuscia" Il Lago di Vico, I Monti Cimini,Caprarola;

Il Lago di Vico si raggiunge percorrendo la Cassia Veintana anche detta Cassia Bis,sempre a Nord di Roma:il paesaggio di questo lago vulcanico è sorprendente; ci si ferma in un'area Riva Verde dotata di prato e lettini per prendere il sole,giochi per bambini,caffè,spiaggia.Paesaggio sublime,acqua balneabile.Un bel bagno e si prosegue per il punto Belvedere,sempre costeggiando la via del lago di Vico (Vico è il nome di una nobile famiglia feudataria);il panorama già da una altitudine considerevole è stupendo a 360 gradi); continuiamo con l'auto verso Caprarola,una sorpresa, con il Convento dei Padri Carmelitani, imponente e maestoso a ridosso della montagna,proseguiamo per ammirare lo splendido Palazzo Farnese, residenza di campagna, (della omonima famiglia proprietaria del Palazzo Farnese a Roma nei pressi di Campo dei Fiori); Palazzo di 4 piani a pianta pentagonale, affreschi,scalinate,scuderie,i giardini all'italiana, veramente un gioiello da non perdere;delizioso il Borgo di Caprarola con i suoi antichi palazzi nobiliari e numerosi ristoranti da segnalare L'Osteria del Cimino.
Sulla via del ritorno a Roma si attraversa una campagna lussureggiante che si snoda tra coltivazioni di alberi di nocciole e coltivazioni con vendita diretta di prodotti del contadino e formaggi locali come il pecorino romano.Una delizia per il palato la crema di nocciole da spalamare ovunque…….

12^ giorno: Roma escursione gastronomica a Eatealy,uno dei tempi dedicato al cibo con 4 piani di degustazioni divisi per prezzi e settori food, carne,pesce,formaggi, verdure etc....in ogni piano troverete il vostro menu prerito e il grande market con tutte le specialit° se volete comprare qualche cosa di particolare......sorprendente. Raggiungete questo sito con FG3 Metro/Treno da Largo Giustiniana e scendete a Stazione Ostiense,(di fronte a eataly). Questo itinerario si puo' abbinare anche con un visita mattutina domenicale al grande e divertente mercato di antichità e bazar di Porta Portese. La linea Teno FG3 è un modo di muoversi molto rapido senza dover passare sempre dal centro.La conessione con la Metro A di questo treno é a Valle Aurelia che poi vi porta ovunque......per gli appassioanti del servizio Metro.

Cosa si mangia a Roma: non avendo alle spalle una grande tradizione culinaria, anticamente si utilizzava cio' che veniva dal Mattatoio, anche se oggi la cucina romana si trova rivisitata ed anche internazionale, i grandi chef italiani continuano a produrre reali meraviglie.... Pasta alla carbonara,pasta cacio e pepe, la pasta alla amatriciana, (non è nata a Roma ma di Amatrice) (provincia di Rieti) ma ormai è stata fatta propria, i carciofi alla giudia, i carciofi alla romana, la trippa, i saltimbocca alla romana,gli gnocchi di patate,gli gnocchi di semola, naturalmente pizza e gelati, in definitiva una cucina semplice e saporita; sono presenti anche molti altri ristoranti con specialità delle altre regioni italiane,come abruzzesi e siciliani che vale comunque la pena di provare.

13^ giorno: una visita la merita il Lago di Bolsena (Bolsena Lake: senza dubbio il villaggio che ha catturato maggiormente la mia attenzione è il villaggio di Marta con vista sulla piccola penisola di Capodimonte che dovete assolutamente visitare; si cammina lungo il lungolago e si osservano le pescherie che vendono i pesci di lago come la specialità i lattarini,pesci minuscoli, che vengono serviti fritti, si mangia tutto del lattarino fritto anche la coda!!!abbiamo pranzato al ristorante Miralago e ci siamo trovati bene: la gente vive in una dimensione piu' slow e le persone sono molto gentili, in quanto meno stressate!!continuando sul lungo lago ho acquistato del vino rosso e bianco della zona che si chiama Cannaiola dei Colli etruschi viterbesi, molto particolare con retrogusto molto secco e "abboccato" alla degustazione, cioè un pochino dolce, Capodimonte ha una chiesa molto bella con la vista su questo meraviglioso lago.Se decidete di passare la notte fuori si trovano tantissimi agriturismi. Il terzo paese che abbiamo visitato é Montefiscone, notevole la cupola della cattedrale con il grandissimo presepe vivente, per il resto il paese si presente austero e molto antico, senza una grande visuale del lago.(la distanza per questa escursione é di 95 km ma ne vale la pena), soprattutto per il villaggio di Marta e la sua poesia.
Anche Bolsena città é bellissima se avete tempo.

14 ^giorno: Ponte Milvio-Auditorium Parco della Musica, Museo Maxxi, Complesso di Foro Italico, Università dello Sport, IUMS; facilmente si ragiungono in 15 minuti con bus;

15^ giorno:Tesori del Lazio a Nord di Roma: non puo' mancare assoltamente una visita a "Villa Lante a Bagnaia" residenza pontificia di alto livello frequentata nell'antichità da un susseguirsi di papi che utilizzavano questa residenza per battute di caccia e maison di relax; i giardini all'italiana e un susseguirsi di giochi di acqua e fontane vi lacceranno stupiti per la loro straordinaria bellezza; proseguite poi verso Bagnoregio e Civita di Bagnoregio detta anche la città che muore, arroccata su una montagna di tufo e raggiungibile da un ponte sospeso su un panorama irresistibile. Potete pranzare a Bagnoregio alla locanda Antica Rota e vi consiglio i fagioli cannellini spolverizzati di tartufo nero tipico della zona e il coniglio al profumo di finocchio selvatico,oppure il maialino in crosta di pane:prezzi piu' che onesti,in un ambiente curato e pulitissimo: una bellissima giornata!!

Potete tralasciare gli itinerari al Nord di Roma ma se avete un po' di tempo e siete in vacanze, fatelo altrimenti vi assicuro perdete molto!!! Troppo!!.Se decidete di visitare questa parte del Lazio comprate la crema di nocciole al cioccolato bianco e fondente, le nocciole, le birre artigianali Cassia e Francigena, l'olio di oliva di qualità canino tipica della Tuscia, i formaggi, i salami, la lavanda della bassa Maremma, molto interessanti!!

Buone soggiorno a Roma e nella nostra Regione Lazio,parte Nord.